Ortocheratologia

Cos’è l’ortocheratologia ?

L’ortocheratologia è una tecnica non chirurgica per la riduzione reversibile della miopia mediante lenti a contatto particolari, dette “a geometria inversa”.
Le lenti per ortocheratologia producono una riduzione temporanea della miopia cambiando la forma della cornea, che possiede un certo grado di plasticità. L’ appiattimento della cornea riduce il potere rifrattivo oculare e,  se l’ entità dell’ appiattimento è adeguatamente controllata, è possibile variare in modo preciso il potere corneale fino a correggere il difetto di vista.
Mentre si indossano le lenti si vede bene come se si indossasse una lente convenzionale, dopo averla rimossa,  la cornea mantiene la sua forma modificata per un certo periodo e si continua a vedere bene anche senza lenti a contatto. Le prime volte l’ effetto dura poco per poi stabilizzarsi nei giorni successivi.

Il porto notturno ha il vantaggio di eliminare le componenti ambientali ( polvere, vento, aria condizionata, attività sportive o professionali ) che possono causare fastidio durante il giorno e la velocità di rimodellamento è incrementata dalla pressione esercitata dalle palpebre chiuse.

L’Ortocheratologia è adatta a tutti?

Allo stato attuale l’ortocheratologia non può correggere tutti i difetti della vista.
I migliori risultati si possono ottenere per miopie fino a 4-6 diottrie e lievi astigmatismi.
Inoltre non tutti gli occhi sono adatti all’uso di lenti a contatto.
L’applicazione di lenti per ortocheratologia è controindicata in tutte le condizioni oculari che non consentono l’uso delle lenti a contatto di tipo convenzionale.
Solo dopo una visita specialistica e dopo alcune prove preliminari, vi potremo confermare l’idoneità all’uso delle lenti per ortocheratologia.

In quanto tempo si ottengono i risultati?
Già dopo la prima notte di utilizzo delle lenti si noteranno risultati evidenti. I tempi necessari per ottenere la correzione completa del difetto visivo, con risultati durevoli per tutta la giornata, variano da soggetto a soggetto tenendo conto del grado di miopia da correggere.

L’Ortocheratologia è sicura?
L’utilizzo di una qualsiasi lente a contatto comporta una minima percentuale di rischio. Ricerche hanno dimostrato che l’uso di questo tipo di lenti per l’ortocheratologia non comporta rischi sostanzialmente maggiori rispetto a lenti tradizionali.
L’uso di lenti a contatto è sicuro solo se ci si sottopone a controlli periodici e si rispettano scrupolosamente le regole di utilizzo, di igiene e sostituzione fornite dallo specialista.
Le lenti che vengono usate attualmente per l’ortocheratologia sono molto sofisticate e lasciano arrivare all’occhio l’ossigeno necessario anche quando la palpebra è chiusa. La loro forma, “a geometria inversa” è studiata appositamente per modellare la cornea senza danneggiare la superficie dell’occhio

Riassumendo
Le lenti per ortocheratologia, modificando la curvatura corneale,  correggono la miopia durante il sonno permettendo di vedere bene a occhio nudo quando ci si sveglia una volta rimosse.
A differenza delle normali lenti a contatto, le lenti per ortocheratologia non si indossano alla mattina, ma alla sera prima di andare a dormire.
Il loro disegno è stato studiato in modo tale da modellare la forma della cornea durante la notte per correggere il difetto visivo: in questo modo si potrà vedere bene ad occhio nudo, anche senza lenti a contatto e senza occhiali per tutto il resto della giornata.
Dopo il primo periodo di adattamento l’effetto dura fino a sera, ma rimane reversibile.
Mettendo le lenti ogni notte, si vedrà bene per tutto il giorno.
Se ad un certo punto nascesse l’esigenza di interrompere l’uso di queste lenti,  l’ occhio in breve tempo ritornerà alle sue condizioni iniziali.

Per saperne di più visita il sito www.ortho-k.it oppure www.ortocheratologia.it

Comments are closed